Giustizia: Bernini, riforma è chimera

No a intercettazioni a strascico e a pubblicazioni dati privati

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - "La riforma della giustizia della Lega è quella storica del centrodestra e punta a ripristinare un minimo di civiltà giuridica: evitare le intercettazioni a strascico e la pubblicazione dei verbali nelle fasi precoci del procedimento, oltre al divieto assoluto di pubblicazione di ciò che attiene alla vita privata delle persone. Non solo: intervenire sulla durata dei processi imponendo un limite perentorio alle indagini preliminari e prevedere conseguenze processuali e disciplinari in caso di ritardi ingiustificati da parte dei magistrati. Dulcis in fundo: separazione del Csm in due con separazione delle carriere dei magistrati. Tutto quasi perfetto, ma c'è un ma grande come una casa: mercoledì infatti il ministro Bonafede presenterà la sua riforma della giustizia, che non è azzardato prevedere andrà nella direzione esattamente opposta a quella della Lega. Le proposte della ministra Bongiorno finiranno quindi nel libro dei sogni". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA