Chiamparino, intollerabili assenze 25/4

Chi rappresenta nazione ha dovere onorare morti per la libertà

(ANSA) - TORINO, 25 APR - "Il 25 aprile dovrebbe essere la festa di tutti coloro che si riconoscono nella Costituzione. Per questo sono stato molto colpito dalle assenze nelle iniziative istituzionali torinesi di ieri e oggi. Non è tollerabile che forze politiche che rappresentano la nazione, non sentano il dovere, se non il piacere, di onorare e ricordare chi è morto per la libertà di cui anche loro usufruiscono". Così il presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino. "Sono preoccupato: è un segno del tempo in cui viviamo che bisogna contrastare".
    Chiamparino ha partecipato alla celebrazione del 25 aprile organizzata dall'Anpi a Torino. "Siamo sicuri che non ci sia, in questo clima di smarrimento, di paura e di odio, chi alimenta i germi di quella malattia che ha portato alle tragedie del '900? Non possiamo non vedere con preoccupazione alcuni segnali di nostalgia e di orgoglio per quel tempo - sottolinea il governatore uscente, candidato del centrosinistra alle elezioni regionali del 26 maggio - che non dobbiamo sottovalutare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA