Monumento a podestà Massa: Anpi, poesia è solo un pretesto

(v. 'Monumento a podestà Massa...' delle 16.56 circa)

(ANSA) - MASSA (MASSA CARRARA), 21 MAR - "Hanno paura di dichiararsi fascisti e si sono inventati un poeta. Povera città, povero sindaco, che forse non conosce la storia della sua gente, picchiata e uccisa per mano del podestà Bellugi". Così il presidente dell'Anpi di Massa Carrara, Oliviero Bigini, commenta l'inaugurazione della stele con incisa una poesia di Ubaldo Bellugi, podestà di Massa ai tempi del fascismo e poeta dialettale.
    "Serviva loro un nome per celebrare il fascio e lo hanno trovato in Bellugi, presentandolo come un poeta. Non era un galantuomo, era un fascista convinto che sapeva ben usare il bastone. Bene hanno fatto le scuole a non prestarsi a questa farsa. L'Anpi andrà nelle scuole a raccontare la verità, la storia, la Repubblica, la Costituzione. E non parteciperemo alle manifestazioni organizzate dal Comune per la Liberazione. Sono degli ipocriti che festeggeranno la libertà, dopo aver esaltato un uomo che quella libertà la tolse a tanti concittadini".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA