Torinesi in Siria: M5S, no iniziativa pm

Approvato documento pentastellato contro sorveglianza speciale

(ANSA) - TORINO, 21 GEN - La richiesta della procura di Torino di sottoporre a sorveglianza speciale 5 antagonisti che in Siria si sono uniti alle milizie curde dell'Ypg per combattere l'Isis "potrebbe costituire", se fosse accettata dal tribunale, un "segnale sbagliato in rapporto alla lotta contro il terrorismo fondamentalista". E' quanto si legge nella proposta di ordine del giorno presentata al Consiglio comunale di Torino da Maura Paoli, Valentina Sganga e Damiano Carretto del Movimento 5 Stelle.
    "Se confermata - è il riferimento all'iniziativa dei pm - potrebbe costituire un segnale sbagliato in rapporto alla lotta contro il terrorismo fondamentalista portata avanti dal nostro Paese e dalla nostra Città, contribuendo a stigmatizzare chi ha combattuto in prima persona una organizzazione genocida".
    L'udienza in tribunale è prevista il 23 gennaio. Domani verrà presentato a Torino un appello pubblico, sottoscritto da più di trecento personalità del mondo della cultura, della politica, dello spettacolo e della scienza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA