Pd: Martina, mi candido e mi inchino a iscritti

L'annuncio della candidatura in un circolo Dem a San Lorenzo a Roma

Maurizio Martina annuncia la candidatura al congresso del Pd in un circolo Dem a San Lorenzo a Roma, e invita tutti i candidati a "inchinarsi ai militanti e agli iscritti". Il congresso del Pd - ha detto Martina - deve essere "una tappa per qualcosa ancora più grande di noi". "So che noi non bastiamo - ha affermato - So che ci sono altri, come le piazze di Torino e Roma, a cui guardiamo con spirito di collaborazione, a servizio di chi, anche se distante da noi, sa che questa destra è pericolosa". 

"Questo congresso - ha detto ancora Martina - deve parlare all'Italia, non è ve essere un congresso per le correnti, per capi e capretti, o un congresso tattico; deve essere un congresso delle idee". "Nella nostra proposta saranno centrali giovani e donne. In Italia c'e una questione generazionale e una questione femminile che non possiamo lasciare alle sole donne". 

"Ora che anche Martina è ufficialmente candidato al congresso - ha detto un altro dei candidati alla segreteria del Pd, Francesco Boccia - possiamo iniziare a confrontarci sui contenuti o dobbiamo ancora parlare di renziani e antirenziani, correnti e capibastone? Dietro Minniti, Zingaretti e, da oggi, Martina ci sono le vecchie correnti organizzate. Non è un mistero per nessuno. Noi con #aporteaperte vogliamo invece superare lo scontro tra correnti. Apriamo subito il tesseramento online e apriamo il partito alle migliaia di persone che non ci hanno creduto più, dobbiamo consentire a tutti di ascoltare le proposte per il congresso, farli tornare nei circoli e consentirgli di iscriversi al PD fino al giorno del voto. Oggi in alcune parti del sud non è neanche possibile sottoscrivere l'adesione al partito. Tutto questo è inaccettabile. Sono sicuro che, in particolar modo i candidati che partono con alle spalle gli apparati, vogliano dimostrare di essere liberi e non condizionati da chi non vuol aprire al confronto vero la vita nei circoli. Il PD che verrà dovrà essere una rete di persone libere, capace di ascoltare ed ascoltarsi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA