Marchionne, Di Maio: 'Da sinistra attacchi miserabili'

Salvini rassicura: 'Fca non ha nulla da temere'. Montezemolo: 'Uno dei più grandi manager internazionali'

"Magari con Marchionne non siamo andati d'accordo in questi anni quasi su nulla, ma vedere una certa sinistra che quando era potente gli ha permesso di fare ciò che voleva, mentre adesso che è su un letto di ospedale lo attacca, è veramente miserabile. Bisogna rispettare chi sta male". Lo afferma il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi di Maio, al termine di un incontro con gli ambasciatori del G20.

"Sergio Marchionne è uno dei più grandi manager internazionali. Abbiamo iniziato e proseguito insieme un lungo e proficuo pezzo di strada alla Fiat negli anni più drammatici con grande spirito di amicizia e collaborazione. Abbiamo avuto nel passato recente contrasti anche molto duri. Ma mai ho messo in discussione il coraggio, la capacità e la visione di Sergio, che hanno permesso salvataggio e rilancio del primo gruppo industriale italiano e contribuito a modernizzare le relazioni sindacali nel paese. Sono vicino alla sua famiglia". Così Luca Cordero di Montezemolo.

Fca "continuerà a essere in buone mani, non ci sarà nessun problema né per i lavoratori né per il futuro dell'azienda": è quanto ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini a Milano, aggiungendo che "l'azienda non ha nulla da temere e gli operai non hanno nulla da temere". "Nessuno avrebbe voluto una successione così' traumatica e drammatica - ha aggiunto - se qualcuno in Borsa specula sulle malattie è la dimostrazione che in finanza ci sono anche persone prive di qualsiasi scrupolo".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA