Scintille tra sindaco Bolzano e Svp

"Se vado via, andiamo a casa tutti"

(ANSA) - BOLZANO, 18 LUG - Scintille tra il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi e la Svp. Dalle elezioni politiche il clima tra Südtiroler Volkspartei e Pd è piuttosto freddo, ora il partito di raccolta dei sudtirolesi accusa il primo cittadino del mancato coinvolgimento del vicesindaco Svp Christoph Baur e ha chiesto un chiarimento che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. "Se vado via, andiamo a casa tutti", avverte Caramaschi in un'intervista al quotidiano Alto Adige. "Sappiano - aggiunge - che sono pronto a ricandidarmi".
    In riferimento al ruolo del vicesindaco, per statuto appartenente al gruppo linguistico tedesco, Caramaschi sottolinea che "è colui che rappresenta il sindaco in sua assenza. Non voglio più scaldare colla, vorrei chiudere questa storia", taglia corto il primo cittadino. "Magari veramente alla Svp ha dato fastidio la mia battuta sul fatto che non ho bisogno di un angelo custode. Conto sul senso dell'umorismo", conclude.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA