Renzi: 'Ora loro sono l'establishment, la casta. Basta scuse'

Attacco dell'ex segretario del Pd: 'Sono larghe intese populiste, falliranno'

Duro attacco di Matteo Renzi il giorno dopo l'incarico a Giuseppe Conte per la formazione del governo giallo-verde. "Opposizione dura e rigorosa, ma civile. E rispettosa delle istituzioni, sempre. Adesso loro diventano il potere, loro diventano l'establishment - scrive nella e-news - loro diventano la casta. Non hanno più alibi, non hanno più scuse, non hanno più nessuno cui dare la colpa. È finito il tempo delle urla: tocca governare. Ne saranno capaci? Auguri e in bocca al lupo a tutti noi".

"Dopo 80 giorni - sottolinea - ci siamo. Nel tempo necessario a fare un celebre giro del mondo letterario, l'alleanza tra Lega e Beppe Grillo ha più modestamente scritto un contratto e partorito il governo delle larghe intese populiste. Noi dobbiamo pensare a costruire un'opposizione degna di questo nome e prepararci a costruire l'alternativa se loro falliranno, quando loro falliranno". "E' necessario che l'opposizione, a cominciare dal Pd, si attrezzi. Con calma, senza isterismi, senza rabbia. E senza parlarsi addosso. Perché noi siamo orgogliosi di essere diversi, alternativi alle urla, alle fake news". "Noi in questi quattro anni abbiamo fatto uscire l'Italia dalla crisi e i numeri lo dimostrano: eravamo col segno meno sul Pil, sui posti di lavoro, sulla produzione industriale e adesso abbiamo tutti indicatori positivi. Ancora in queste ore arrivano buone notizie, come quella di Piombino", aggiunge Renzi. "Adesso tocca a loro. Noi faremo l'opposizione civile. E ci prepareremo al futuro. Che arriverà prima del previsto, ne sono convinto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA