Governo: Ft, populisti agitano mercati con l'era pre-euro

'Atteggiamento rilassato investitori ora potrebbe cambiare'

 "I populisti italiani agitano i mercati proponendo un ritorno ai parametri pre-Maastricht". Il Financial Times torna ad occuparsi dell'Italia e del contratto di governo giallo-verde con un articolo di James Politi dove si riferisce della reazione dei mercati sulla bozza di contratto di M5S e Lega che hanno echeggiato la possibilità di voler tornare all'era precedente alle regole di bilancio dell'Ue e hanno accusato gli investitore di cercare di ''ricattarli'' scaricando gli asset italiani mentre loro cercano di formare il nuovo governo. Secondo Politi "finora gli investitori erano rimasti calmi di fronte alla prospettiva di una coalizione guidata da M5S-Lega, ma questo atteggiamento rilassato dei mercati potrebbe cambiare nel caso in cui un governo populista in Italia dovesse veramente decidere di tornare all'era pre-Maastricht". "La bozza di accordo - spiega ancora il giornalista - prevede anche di chiedere alla Bce di cancellare 250 miliardi di debito italiano, un'altra idea molto controversa che potrebbe innervosire i mercati".
    Nell'articolo Politi ricorda poi che i rendimenti di titoli di stato sono saliti e riferisce della pesante chiusura della Borsa di Milano ieri, e conclude sostenendo che "non è chiaro se la proposta dei due leader della coalizione M5s-Lega possa andare fino in fondo, ma potrebbe essere solo un compromesso politico che non si tradurrà in azione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA