Di Maio: 'Cambieremo Lorenzin sull'obbligo dei vaccini'

'Su alleanze con Leu discorsi prematuri'

Se il M5s andrà al governo cambierà la legge Lorenzin sull'obbligo dei vaccini. Lo ha affermato il candidato premier M5s, Luigi Di Maio, a Un Giorno da Pecora su Rai Radio Uno dove ripete la linea M5s sui vaccini: "Noi faremo una legge sulla raccomandazione dei vaccini, noi siamo a favore della raccomandazione. Obbligo? Noi lo intendiamo come era prima del decreto Lorenzin".

"Grillo? Certo che ci sarà in campagna e in settimana andiamo insieme a presentare il simbolo del Movimento per le elezioni al Ministero" - ha aggiunto Di Maio, ribadendo la presenza al fianco del Movimento del fondatore Beppe Grillo.

"Presenteremo la squadra di governo prima delle elezioni e saranno nomi che sono patrimonio del Paese", ha proseguito. E a proposito della via scelta per candidarsi al governo ripete: "Faremo un appello pubblico la sera delle votazioni, non sto dicendo che mi presento alle Camere, e chiederemo la fiducia. Noi diremo 'queste sono le nostre priorità per il paese, voi cosa proponete? Avete altre priorità? Mettiamole insieme e governiamo per 5 anni'". "L'accordo non si fa sulle poltrone ma sui temi" ripete Di Maio che aggiunge: "La sera delle elezioni gli altri hanno un'alternativa: o si torna a votare o ci sostengono. Con questa legge elettorale non hanno alternative".

Commentando i diversi punti di vista su una eventuale alleanza con il M5s di Leu tra Pietro Grasso e Laura Boldrini, Di Maio ha aggiunto: "Ho visto che tra Grasso e Boldrini discutono, ma sono questioni loro interne. Questi discorsi sulle alleanze sono prematuri perché non sappiamo ora quali saranno le consistenze dei partiti, non sappiamo quanti saranno i parlamentari eletti in ciascun gruppo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA