Di Maio, abrogheremo le pensioni d'oro, valgono 12 miliardi

Di Maio ha spiegato che M5s, se andrà al governo, mira a "superare" la legge Fornero partendo dai "lavori usuranti". "E poi vogliamo abolirla gradualmente totalmente" ha aggiunto

Le cosiddette pensioni d'oro peserebbero per 12 miliardi, e grazie alla loro abrogazione si potrebbe cominciare a abolire la legge Fornero. Lo ha detto Luigi Di Maio a Radioanch'io su Radio Rai 1. Di Maio ha spiegato che M5s, se andrà al governo, mira a "superare" la legge Fornero partendo dai "lavori usuranti". "E poi vogliamo abolirla gradualmente totalmente" ha aggiunto.

Alla richiesta di spiegazioni da parte dell'intervistatore, il leader di M5s ha replicato: "Vogliamo tornare all'età pensionabile che c'era prima della legge Fornero, attingendo dalle risorse sia delle pensioni d'oro che oggi ci costano 12 miliardi di euro". L'intervistatore ha messo in discussione tale cifra: "Sì, sono 12 miliardi - ha insistito Di Maio - possiamo iniziare dai lavori usuranti poi negli anni successivi abolirla del tutto attingendo dai 50 miliardi di sprechi del bilancio dello Stato che non certifico io ma il centro studi di Confindustria".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA