• Centrosinistra, Prodi: 'Sentito Renzi, nessuna mia lista o dell'Ulivo'

Centrosinistra, Prodi: 'Sentito Renzi, nessuna mia lista o dell'Ulivo'

Pisapia-Fassino: 'Incontro positivo'. Martina: 'Passo importante'

"Non vi sarà nessuna lista intestata a Romano Prodi o all'Ulivo. La preoccupazione del Presidente Prodi è allargare e tenere insieme un campo largo di centro sinistra. Questa è stata la prospettiva e il senso degli incontri che in questi giorni si sono svolti tra il Presidente e Piero Fassino, Giuliano Pisapia e con altri interlocutori del centro sinistra. In questo contesto, prima di partire per gli Stati Uniti, il Presidente ha avuto un lungo e cordiale colloquio con Matteo Renzi". Così l'ufficio stampa di Prodi

La coalizione di centrosinistra alla quale stiamo lavorando - con il generoso contributo di tutti - dovrà garantire eguale dignità a tutti i componenti. Penso di poter dire che avremo una coalizione di qualità, con presenze significative sia alla nostra sinistra che al centro e che saremo competitivi praticamente in tutti i collegi. Metteremo in campo i migliori candidati, metteremo in campo le migliori idee: questo l'unico imperativo per vincere contro le destre e gli estremisti&rdquo. Lo scrive Matteo Renzi nella Enews

Giuliano Pisapia e Piero Fassino hanno avviato un percorso politico e programmatico per una nuova stagione del centrosinistra. L'incontro è stato positivo'. Lo scrivono, in un comunicato congiunto, il leader di Campo progressista e l'incaricato del Pd per la verifica delle alleanze che l'ha incontrato insieme al vice segretario Maurizio Martina. "Consapevoli delle rilevanti difficoltà che si frappongono ad una piena ricostruzione di un rapporto con l'elettorato di centrosinistra, il confronto proseguirà nei prossimi giorni con approfondimenti rigorosi e costruttivi, già a partire dall'iter parlamentare della legge di bilancio". Lo annunciano in una nota congiunta Piero Fassino e Giuliano Pisapia che aggiungono: "Nell'incontro è stata ribadita la comune convinzione che occorra lavorare con determinazione e passione per contrastare il rischio di derive di destra e populiste".

"È stato un incontro molto utile e positivo, è stato l'avvio di un confronto e di un approfondimento. Per me, si è fatto un passo importante e positivo". Così a Milano il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina, sull'incontro con Giuliano Pisapia sul futuro del centrosinistra. Martina è arrivato al lancio della campagna dei Giorgio Gori per le Regionali in Lombardia, dove parlerà anche l'ex sindaco di Milano. "Ovviamente - ha aggiunto Martina conversando coi giornalisti dopo l'incontro che ha avuto insieme a Piero Fassino con Pisapia, a Milano - è solo l'inizio di un lavoro che dobbiamo approfondire e continuare nei prossimi giorni". "Abbiamo iniziato ad approfondire alcuni aspetti di carattere programmatico - ha concluso - e poi abbiamo ragionato insieme di come sia giusto costruire un centrosinistra aperto, plurale, dove tutti possono dare un contributo positivo all'alternativa alla destra e al M5S"

Pisapia a convention per Gori in Lombardia - Anche il leader di Campo progressista, Giuliano Pisapia, è presente a Milano alla convention del centrosinistra per l'avvio ufficiale della campagna del candidato Giorgio Gori alle regionali 2018 in Lombardia. "Andiamo a cominciare" è lo slogan che campeggia all'Auditorium Mahler. In prima fila insieme a Pisapia il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il deputato Gianfranco Librandi, il primo presidente della Regione Lombardia, Piero Bassetti.  Anche l'ex leader Ds, Piero Fassino, è arrivato alla convention di lancio della candidatura di Gori. Fassino - che era a Milano per l'incontro con Pisapia e in serata è atteso per un dibattito nell'ambito della rassegna Bookcity - si è seduto in prima fila. 

Pisapia, Prodi mi ha detto di andare avanti per unità  - "Questa mattina mi ha chiamato il professore Prodi per dirmi di andare avanti nel tentativo di unire il centrosinistra. Lo dico perché mi ha autorizzato a dirlo". Lo ha detto il leader di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, intervenendo alla convention per Giorgio Gori a Milano. 'ex sindaco di Milano ha quindi parlato della sfida per le Regionali in Lombardia, guardando alla situazione del centrosinistra, nella cui coalizione manca ancora Mdp. "Siamo in un momento difficile, un momento di divisioni - ha sottolineato Pisapia -. E voglio fare ancora un appello a Mdp e a tutte le forze moderate e progressiste di ritornare a stare insieme". "Tu - ha concluso l'ex sindaco di Milano rivolgendosi a Gori - sarai capace di unirci per andare a prendere Palazzo Lombardia". 

"Un incontro molto positivo, chiaramente ora bisogna lavorare. Abbiamo fatto delle richieste pubblicamente, la prossima o forse già questa settimana inizierà un percorso comune programmatico ma non solo. Il nuovo centrosinistra e la possibilità di cambiare il Paese parte già dalla legge finanziaria, già lì bisogna dare un segnale forte di un cambio di rotta". Lo ha detto Giuliano Pisapia sull'incontro con Piero Fassino è Maurizio Martina, al termine della presentazione della campagna di Giorgio Gori

"Abbiamo anche parlato di un garante dell'accordo, se si farà come molti auspicano una coalizione ampia e aperta". Così Giuliano Pisapia si è limitato a rispondere a chi gli aveva chiesto se nell'incontro con Piero Fassino si sia anche discusso di un ruolo di garante del centrosinistra per Romano Prodi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA