Radicali-Forza Europa, avviato percorso col Pd

Lavoriamo a lista europeista, poi apparentamenti

"La nostra lista europeista nasce come opzione prima di ogni apparentamento, perché questa legge promuove apparentamenti non coalizioni. Con il Pd abbiamo avuto un incontro serio: è l'apertura di un percorso che richiederà altri passaggi". Lo dice Riccardo Magi, segretario di Radicali italiani, dopo l'incontro con Renzi al Nazareno.

Benedetto Della Vedova, di Forza Europa, aggiunge: "Oggi si è avviato un percorso franco, serio, mi auguro utile ma che dovrà avere nelle prossime settimane uno sviluppo. Ci sono punti col Pd di contiguità e altri di diversità".

"L'incontro di oggi con i Radicali italiani-Forza Europa è stato importante - ha detto Lorenzo Guerini, coordinatore del Pd -, utile e proficuo per l'avvio di un confronto in vista delle prossime elezioni. Con Emma Bonino, Riccardo Magi e Benedetto Della Vedova si sono affrontati temi e argomenti programmatici rilevanti e significativi che saranno ulteriormente approfonditi nelle prossime settimane. Un positivo inizio di discussione che proseguirà in modo serio e condiviso".

Tra i temi affrontati quelli dell'approvazione di ius soli e biotestamento. "Abbiamo chiesto a Renzi di fare l'impossibile per approvare ius soli e testamento biologico, che tra l'altro il Pd ha già votato in prima lettura", dice Magi. "Sull'immigrazione abbiamo ribadito le nostre posizioni: abbiamo raccolto novantamila firme per una legge popolare che superi le parti peggiore della Bossi-Fini, per noi è una battaglia fondamentale", aggiunge.

"Approvare il testamento biologico e lo ius soli - dice Ettore Rosato, capogruppo Pd alla Camera - prima della fine della legislatura? Ci stiamo lavorando da mesi, sono due provvedimenti su cui c'è grande impegno e faremo tutto il possibile per approvarli anche al Senato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA