Intercettazioni: ministero, nessun testo definitivo

Dopo anticipazioni stampa: 'Ci sarà contributo operatori'

Sulle intercettazioni "allo stato non esiste alcun testo né definitivo né ufficiale". E' quanto specifica il ministero della Giustizia in merito a quanto riportato oggi da organi di stampa. 

"Con riferimento a quanto riportato oggi a mezzo stampa relativamente al decreto legislativo in materia di intercettazioni - si legge nella nota integrale del ministero della Giustizia - si precisa che, allo stato attuale, il ministero sta lavorando alla stesura del testo per dare doverosamente seguito nei termini e nei tempi prescritti alla legge delega 23 giugno 2017, n. 103 'Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all'ordinamento penitenziario',  il cui contenuto terrà conto anche del confronto prezioso e del contributo significativo di esponenti della giurisdizione, dell'avvocatura, della stampa e del mondo accademico che il ministro incontrerà, come già previsto, nei prossimi giorni. Allo stato non esiste alcun testo né definitivo né ufficiale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA