Valentino Parlato, il cordoglio della politica

"Mancherà a tutti noi, alla sinistra italiana, al Partito Democratico e al nostro Paese l'intelligenza critica, lo sguardo lucido, affilato ed eretico, il senso delle cose e dell'umanità di Valentino Parlato. Ai suoi familiari e a Il Manifesto il cordoglio e il dolore per la sua scomparsa". Così Matteo Renzi, segretario del Partito democratico, ricorda la figura di Valentino Parlato.

"E' morto Valentino Parlato. Lo avevo salutato pochi giorni fa ad un nostro convegno su Gramsci. Un grande giornalista, un compagno. Ci mancherà tantissimo. Un abbraccio ai suoi cari, al collettivo del Manifesto, a tutti i compagni e le compagne che gli hanno voluto bene". Così Nicola Fratoianni segretario nazionale di Sinistra Italiana su Twitter ricorda il giornalista e componente la direzione nazionale del partito scomparso stamane.  

 
Mi rammarica la scomparsa di Valentino Parlato. Giornalista e intellettuale di pregio, la sua voce critica fu spesso stimolo per la sinistra


 Ci ha lasciato stamane Valentino Parlato, dirigente comunista e giornalista straordinario. Grande abbraccio ai suoi cari e al @ilmanifesto

— Stefano Fassina (@StefanoFassina) 2 maggio 2017

 

 

"Ha sempre voluto coltivare il dubbio. E' innanzitutto per questo che la scomparsa di Valentino Parlato è una grande perdita per la sinistra. Parlato è stato un giornalista con la schiena dritta, un appassionato comunista, un uomo che ha sempre scelto i più deboli e gli emarginati". Lo afferma il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. "Lo avevo incontrato appena alcune settimane fa a Roma. Insieme - ha aggiunto Rossi - avevamo discusso delle prospettive della sinistra in Italia. Era stato uno scambio di opinioni molto sincero e per me istruttivo. Ci mancherà. Esprimo le mie condoglianze alla famiglia e al collettivo de Il Manifesto".

"Un ultimo saluto a Valentino Parlato, vero intellettuale e grande giornalista che nel corso della sua vita ha fatto del giornalismo indipendente il cuore pulsante del Manifesto. La sua voce critica ci mancherà". Così il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini. 

"Una voce libera e autorevole. Addio a Valentino Parlato, tra i fondatori del il Manifesto e per anni suo direttore". Lo scrive su Twitter il presidente del Senato, Pietro Grasso.

Una voce libera e autorevole. Addio a #ValentinoParlato, tra i fondatori del @ilmanifesto e per anni suo direttore.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA