Mafia: Grasso, preferisce la corruzione

Crea legame invisibile ma forte tra corrotto e corruttore

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 7 APR - "Oggi la mafia non spara più perché ha ritenuto sia più facile inserirsi e mimetizzarsi nei circuiti economici: per questo preferisce la corruzione alla violenza, perché la corruzione non è visibile ma lega ugualmente il corrotto al corruttore. Occorre reagire a questa grave crisi di legalità che c'è nel Paese". Lo ha detto a Reggio Emilia il presidente del Senato Pietro Grasso, nel corso di un incontro con gli studenti delle scuole superiori.
    "Occorre reagire - ha sottolineato - perché il silenzio a volte è peggio del male. La cura è la cultura della legalità, che cerchiamo di far conoscere e praticare ai ragazzi. La cultura della legalità è un baluardo dietro cui si difendono i diritti dei più deboli. Per questo serve una rivolta etica contro la corruzione, contro i finanziamenti illegali alla politica e chi sfregia l'ambiente".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA