Lavoro di cittadinanza e vitalizi, è scontro Renzi-M5S

Di Battista, Pd voti nostro ddl. Ricchetti, votate voi il nostro

Lavoro e vitalizi: si gioca su questo doppio binario la 'guerra' tra Matteo Renzi e il M5S nelle primissime battute delle primarie Pd. L'ex premier, infatti, torna dalla sua missione in California con una proposta che parte da un presupposto simile a quello dei pentastellati (il rapporto tra tecnologia e innovazione) ma arriva ad una conclusione opposta: l'istituzione non di un reddito di cittadinanza ma di un "lavoro di cittadinanza" che riformi radicalmente il welfare italiano.

Proposta che, tra l'altro, giunge alla vigilia della conferenza con cui, domani, il M5S sfiderà Renzi questa volta sul terreno dei vitalizi con una proposta che prevede di uniformare il sistema pensionistico dei parlamentari a quello degli altri lavoratori. Tutte schermaglie che accendono il rientro dell'ex premier dalla California. Dalla West Coast Renzi torna con una prima bozza del programma di welfare che lancerà nella sua campagna per le primarie. "Garantire uno stipendio a tutti non risponde all'art. 1 della Costituzione che parla di lavoro non di stipendio. Il lavoro non è solo stipendio, ma anche dignità", spiega l'ex premier lanciando l'idea del lavoro di cittadinanza. La soluzione "non è quella del reddito di cittadinanza ma di porre le condizioni per dare lavoro, senza comunque rinunciare all'innovazione".

Parole che infiammano la domenica delle opposizioni trascinandosi un coro di critiche. Anche dal Pd. "Il lavoro di cittadinanza non sappiamo cosa sia", ma "i giovani avranno bisogno della pensione di cittadinanza", pungola Cesare Damiano. "Parla Renzi o Crozza?", attacca Maria Stella Gelmini di FI. Il lavoro di cittadinanza? "Un'idea di Berlusconi della settimana scorsa", incalza Pippo Civati. E anche da Sinistra Italiana arriva una bocciatura: "Occupazione e Green economy, Renzi scopre ciò che ha distrutto", sottolinea Nicola Fratoianni. E il M5S? Rilancia dal blog di Beppe Grillo l'endorsement dell' imprenditore Elon Musk, 'padre' della Space X e cofondatore di Paypal, al reddito di cittadinanza. "Con i cambiamenti a causa dell'automazione sarà necessario", sono le parole di Musk rilanciate dal M5S. Il movimento, domani, ufficializzerà intanto la sua proposta di riforma delle pensioni dei parlamentari. "Per la nostra proposta ci vogliono due giorni di lavoro #bastaunsi", è l'invito che Alessandro Di Battista fa a Renzi ironizzando sullo slogan del Si al referendum. "Visto che Matteo Renzi non è in Parlamento ti rispondo io su vitalizi: in attesa della tua proposta che ne dici di votare la mia?", ribatte Matteo Ricchetti, primo firmatario del ddl sui vitalizi. Tema caldissimo, con l'opzione del voto a settembre ancora aperta. "C'è chi non lo vuole per maturare l'ennesimo privilegio", denuncia Di Battista.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA