Governo: FT, prudenza Mattarella in scena, compito difficile

Il "pacato" Sergio Mattarella è entrato in scena per risolvere la crisi di Governo e ha un "compito difficile". Ma i suoi modi e la sua "prudenza" potrebbero essere utili a "rasserenare" il clima politico. Lo scrive il Financial Times in un articolo nel quale sostiene che per il presidente della Repubblica è anche in gioco "la reputazione dell'Italia".

    "L'Italia è precipitata in una crisi politica, questa settimana, dopo che il primo ministro Matteo Renzi ha annunciato l'intenzione di rassegnare le dimissioni dopo la sconfitta subita nel referendum costituzionale di domenica, mettendo - scrive FT - il settantacinquenne Sergio Mattarella, ex giudice siciliano dai toni pacati, al centro della scena. Il ruolo tradizionalmente cerimoniale del Presidente può, nelle fasi di turbolenza, diventare estremamente determinante trasformandolo nell'arbitro del gioco politico. Mattarella, che in passato ha ricoperto gli incarichi di ministro della difesa e ministro della pubblica istruzione ed è Presidente dagli inizi del 2015, determinerà chi è nella posizione di formare un governo praticabile e se il Parlamento dovrà essere sciolto per indire nuove elezioni".

    Ma per il giornale Mattarella "potrebbe individuare una soluzione nel giro di qualche giorno, incaricando un governo che porti il paese a nuove elezioni, probabilmente nel 2017 o al massimo nel 2018. Tuttavia - aggiunge il Financial Times - potrebbe non essere un compito facile. Il PD di Renzi è in subbuglio ed è attraversato da divisioni; il Movimento Cinque Stelle e dalla Lega Nord, i due principali partiti anti-sistema, chiedono a gran voce elezioni anticipate e non è ancora chiaro se Forza Italia, il partito di centro destra guidato da Silvio Berlusconi, sosterrebbe un eventuale nuovo governo insieme ai democratici". "La sua principale obiezione all'ipotesi di elezioni anticipate è che vi sono due leggi elettorali fortemente diverse per i due rami del Parlamento che vanno uniformate. Ma il Presidente è altresì consapevole - si legge ancora su FT - che è in gioco la reputazione dell'Italia. Il paese avrà un seggio al Consiglio di sicurezza dell'Onu a gennaio, organizzerà le celebrazione per il Sessantesimo anniversario del Trattato di Roma e ospiterà il G7".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie