Berlusconi, coalizione anti Isis

Sotto egida Onu per estirpare militarmente alla radice fenomeno

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - "Siamo in guerra e serve costituire sotto egida Onu una grande coalizione internazionale che possa estirpare militarmente il cancro dell'Isis alla radice". Lo afferma a Tele Radio Stereo, Berlusconi osservando come "i bombardamenti di oggi non fanno altro che produrre fughe e fare vittime innocenti. In Libia sui 5-6 mila combattenti Isis di cui si dice solo poche centinaia siano davvero jihadisti, gli altri sono arruolati per fame. La prima cosa da fare sarebbe allora l' arruolamento di questi mercenari in un esercito libico regolare con uno stipendio da 1000 dollari". E, spiega il Cav, in questo contesto "Renzi non tocca palla, non ha alcuna influenza sulle decisioni comuni, non viene considerato anche perché si sa che quello italiano è un governo non eletto e frutto di giochi di palazzo". Più in generale, la condotta dell'Occidente in Medio Oriente è stata "drammaticamente sbagliata".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA