Premio Ischia al sito siriano dei diritti umani "Raqqa is being"

Barbara Stefanelli, Pio D'Emilia e Pierluigi Pardo sono i giornalisti dell'anno. Riconoscimento speciale per Francesca Fialdini

Il premio Ischia Internazionale 2016 va a 'Raqqa is being slaughtered silently', gruppo di giornalisti e attivisti dei diritti umani che pubblicano a Raqqa in Siria un sito web e pagine social che testimoniano le violenze commesse contro la popolazione civile dall'Isis e dal regime di Assad. La giuria con questo decisione ha voluto sottolineare il lavoro coraggioso di fare informazione, in un città devastata dalla guerra, anche a rischio della propria vita.

Il vicedirettore del Corriere della Sera Barbara Stefanelli, ideatrice del blog 'La 27/ma ora', l'inviato di Sky Tg24 Pio D'Emilia, autore del film reportage 'Fukushima', e Pierluigi Pardo, conduttore del programma sportivo 'Tikitaka' di Mediaset, sono i 'giornalisti dell'anno' della 37/ma edizione del Premio Ischia di Giornalismo, mentre a Francesca Fialdini va un riconoscimento speciale, nel segmento infotainment, per la conduzione del programma 'Uno Mattina' della Rai.

Lo ha deciso la giuria del Premio formata da Giulio Anselmi, presidente dell'ANSA, Alessandro Barbano, direttore de 'Il Mattino', Mario Calabresi, direttore de 'La Repubblica', Luigi Contu, direttore dell'ANSA, Virman Cusenza, direttore de Il Messaggero', Pierfrancesco De Robertis, direttore de 'La Nazione', Enzo D'Errico, direttore de 'Corriere del Mezzogiorno', Luciano Fontana, direttore del 'Corriere della Sera', Carlo Gambalonga, vicepresidente della Fondazione Premio Ischia, Giuseppe Marra, presidente dell'agenzia Adnkronos, Clemente Mimun, direttore del 'Tg5', Tobias Piller, presidente della Stampa estera in Italia, Gaia Tortora, vicedirettore de La7, Marteen Van Aalderen, di The Telegrafh, Giovanni Maria Vian, direttore de 'L'Osservatore Romano', Luigi Vicinanza, direttore de 'L'Espresso'.

La giuria si è riservata di assegnare un premio speciale per il 'giornalismo dei diritti umani' ad un esponente del giornalismo in Turchia, Paese dove è fortemente rischio la libertà di stampa. La consegna dei premi avverrà venerdi 1 luglio alle 21 nel corso di uno spettacolo organizzato dalla Fondazione Premio Ischia in piazza San Restituta a Lacco Ameno e sarà preceduta da una serie di dibattiti, ripresi dalle telecamere di Sky Tg24, che vedranno come protagonisti giornalisti, politici, esperti in economia e politica estera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA