Guerini,suicidio candidati Pd a sinistra

L'ipotesi di una candidatura di Massimo Bray a Roma

(ANSA) - ROMA, 9 MAR - Un disegno per indebolire i candidati del Pd alle amministrative contrapponendogli altri nomi di sinistra? "Se ci fosse nel Pd, sarebbe un suicidio politico: non lo prendo in considerazione neanche come ipotesi accademica".
    Così il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini risponde a chi lo interpella alla Camera sui una possibile candidatura di Massimo Bray a Roma.
    Più in generale, parlando del partito, Guerini afferma: "Tutti si rimbocchino le maniche e diano una mano. Degli analisti del giorno dopo facciamo tesoro ma dobbiamo superare le polemiche. Il Pd è in salute, governa il Paese, ha vinto le regionali e ha circa 400mila iscritti e 500mila donatori con il 2 per mille".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA