"Destino dell'Ue si decide al Brennero"

Kompatscher, Rossi e Platter lanciano appello a Vienna e Roma

(ANSA) - BOLZANO, 15 FEB - "Il destino dell'Unione europea si decide al Brennero". Lo hanno detto i presidenti della Province autonome di Bolzano e Trento, Arno Kompatscher e Ugo Rossi, e quello del land Tirolo Günther Platter, dopo una seduta straordinaria della giunta dell'Euregio Triolo-Alto Adige-Trentino.
    Domani i tre governatori incontreranno a Vienna il ministro degli interni, Johanna Mikl-Leitner, per chiedere un intervento concordato per gli imminenti controlli di frontiera al Brennero.
    Nei prossimi giorni Kompatscher, Rossi e Platter vedranno anche il ministro Angelino Alfano.
    I tre governatori hanno sottolineato che controlli di frontiera al valico italo-austriaco hanno "un immenso valore simbolico e storico". "Si rischia - hanno aggiunto - che al Brennero si crei "un collo di bottiglia". L'Euregio chiede perciò la "messa in sicurezza" dei confini esteri dell'Ue e una distribuzione equa dei migranti su tutti gli stati membri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA