Sfregiata con acido: Anzaldi, dirigenti Rai si vergognino

Per il silenzio sull'intervista a Luca Varani

(ANSA) - ROMA, 5 FEB - "Se io fossi un dirigente Rai non ci dormirei la notte. E se fossi una donna che lavora in Rai o peggio che ha dei ruoli dirigenziali mi vergognerei di essere rimasta in silenzio. O peggio ancora di non aver fatto nulla per rispettare questa drammatica storia". E' duro il commento del deputato Dem Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza, sulla scelta della Rai di non sospendere l'intervista di Franca Leosini a Luca Varani a 'Storie Maledette'. "Oggi queste donne - dice ancora all'ANSA - hanno dimostrato che in sensibilità ed opportunismo anche su certi temi non hanno differenze di genere". Anzaldi sottolinea poi la fermezza dimostrata da Lucia Annibali nella sua lettera al Corriere della Sera, sottolineando la conclusione: "Non ci sarà persona o trasmissione che potrà buttarmi giù, non permetterò a nessuno di compromettere la mia serenità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA