Migranti: Rezni, no a provocazioni da Ue

Noi pensiamo che tutti coloro che arrivano siano uguali

(ANSA) - ACCRA (GHANA), 1 FEB - "Noi pensiamo che tutti i migranti siano uguali. Pensare di considerare in modo diverso le spese per salvare i bimbi eritrei mi sembra assurdo, solo una perversione burocratica. Ma noi, nonostante i professionisti della polemica provino a rilanciare ancora da Bruxelles come se ci fossero vite di serie A e di serie B non cadiamo in provocazioni". Così il premier Matteo Renzi replica all'Ue.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA