• Pompei: riaprono 6 domus, Renzi: 'Italia dice basta a opere incompiute'

Pompei: riaprono 6 domus, Renzi: 'Italia dice basta a opere incompiute'

Franceschini: "Quando Italia lavora in squadra, vince sfide più difficili"

Da Pompei oggi si può dire che "l'Italia è nelle condizioni di dire basta alle opere incompiute". Lo ha detto il premier Matteo Renzi che con il ministro della Cultura Dario Franceschini ha visitato le sei domus appena restaurate nell'ambito Grande Progetto Pompei, ora accessibili al pubblico: la Fullonica di Stephanus, la Casa del Criptoportico, la Casa di Paquius Proculus, la Casa del Sacerdos Amandus, la Casa di Fabius Amandio e la Casa dell'Efebo. 

"Facevamo notizia per i crolli - ha osservato il premier - adesso facciamo notizia per i restauri". E' un evento, ha sottolineato, importante "non solo per Pompei o la Campania, ma per l'Italia". "Indipendentemente dalle idee politiche e dalle opinioni, è bello che gli italiani possano sapere che l'Italia non si è fermata, è in marcia, non si è arresa al proprio declino". 

"Quanto avvenuto a Pompei nell'ultimo anno e mezzo dimostra che quando in Italia sappiamo lavorare come una squadra vinciamo anche le sfide più difficili". Lo ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini, nella cerimonia di presentazione di sei domus restaurate. "Oggi i colleghi ministri ci dicono siete riusciti a vincere una sfida impossibile, facendo squadra ne vinceremo molte altre", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA