Isis: Onu, si' a risoluzione per stop finanziamenti

Lettera di minacce in arabo con proiettili al ministro Orlando. "Taglieremo la tua testa"

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha approvato all'unanimita' una risoluzione che rafforza le sanzioni contro chi fa affari con l'Isis. Il testo, elaborato congiuntamente da Usa e Russia e co-sponsorizzato anche dall'Italia, punta a colpire le finanze dello Stato Islamico.

Una lettera di minacce firmata Isis, scritta in arabo e contenente dei proiettili è stata inviata al ministro della Giustizia Andrea Orlando. "Entreremo a Roma - è scritto nel testo - e taglieremo la tua testa". La lettera si chiude con le parole "Allah akbar", ossia "Allah è grande".

La lettera aveva l'indirizzo scritto in inglese ed è stata recapitata al ministero. I proiettili inseriti nella lettera sono due e sono Ak47, quelli da kalashnikov. L'indirizzo sarebbe stato scritto sulla busta con un normografo e la lettera sarebbe giunta a Fiumicino e poi da qui a via Arenula, la sede del ministero. Della vicenda si sta occupando la Procura di Roma.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA