Natale, Galantino: 'Cancellarlo per 'rispetto'? Ideologico'

"Misericordia e accoglienza", sottolinea mons. Nunzio Galantino, sono le parole chiave di questo Natale

E' "pretestuosa" e "tristemente ideologica" la scelta di chi dice di volere rispettare gli altri cancellando, o camuffando, il Natale. Lo sottolinea il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino in un editoriale su 'Vita pastorale'.

Misericordia e accoglienza", sottolinea mons. Nunzio Galantino, sono le parole chiave di questo Natale. "E lasciatemelo dire! Se questo è il Natale, trovo pretestuosa e tristemente ideologica - scrive mons. Galantino su 'Vita Pastorale' - la scelta di chi, per 'rispettare' altre tradizioni o confessioni religiose, pensa di cancellare il Natale o di camuffarlo scadendo nel ridicolo".

    Sempre sul Natale di quest'anno, il segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana mette in evidenza che "avremo la possibilità di viverlo nell'alveo di un altro evento ecclesiale di particolare valore: il Giubileo Straordinario della Misericordia che Papa Francesco ha fortemente voluto e proposto alla Chiesa intera".

 

Natale: davanti a scuola FI canta 'Tu scendi dalle stelle' - Esponenti di Forza Italia, con il coordinatore lombardo, Mariastella Gelmini, hanno intonato "Tu scendi dalle stelle" davanti alla sede di via Milano, e non in quella di via Garofani, dell'istituto comprensivo di Rozzano, al centro del caso del concerto natalizio che sarebbe stato rinviato dal preside, mentre l'insegnante lo nega. Gli esponenti di Forza Italia hanno anche esposto uno striscione 'orgogliosi delle nostre tradizioni', 'Il Natale non si tocca'. 'Non ci può essere accoglienza se manca l'orgoglio delle nostre radici e della nostra storia'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA