• Simona Marchini: 'Alfio? mi ha 'sedotta' quando è sceso in politica ma poi non l'ho più sentito'

Simona Marchini: 'Alfio? mi ha 'sedotta' quando è sceso in politica ma poi non l'ho più sentito'

A 'Un Giorno da Pecora', l'attrice ha raccontato il suo rapporto con l'imprenditore romano

Simona Marchini, cugina di Alfio Marchini, oggi al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora ha raccontato alcune vicende che hanno riguardato il suo rapporto con l'imprenditore romano, che sembrerebbe esser il futuro candidato a sindaco di Roma.

Ecco l'intervista:

Lei - le hanno chiesto - che parentela ha con Marchini? “Siamo cugini di secondo grado. Mio padre Alvaro era fratello di suo nonno”.

Vi siete mai frequentati con Alfio? “Certo, quando era piccolino, l'ho visto nascere e crescere. Era molto carino, simpatico, pieno di cuore. Poi l'ho perso di vista”. Non vi siete visti nemmeno a natale, per esempio? “No no”, ha detto.

Suo cugino è di destra o di sinistra? “Di che parte sia lo sa lui, ma voglio raccontare una cosa a riguardo”.

Dica pure. “Quando Alfio fece questa scelta curiosa di entrare in politica, la cosa ci stupi' molto, perché lui era un tipo sfuggente, un campione di polo, belloccio, imprenditore”.

Cosa avvenne all'epoca, prima delle ultime elezioni di Roma? “Quando fece questa scelta, lui si agganciò subito alla mia famiglia e cominciò questa grande seduzione. L'ultima sedotta sono stata io”.

Che intende? “Ero perplessa sulle sue scelte e lui mi fece una telefonata”, ha detto Simona Marchini a Un Giorno da Pecora.

Cosa le disse? “Da piccolo mi chiamava zia, e in quella telefonata mi disse: tu sei sempre nel mio cuore. Fu una cosa affettuosissima”.

Lei cosa gli rispose. “Gli dissi: Alfio, se tu la pensi come me, dal punto di vista etico di correttezza e di coerenza, due cose che la mia famiglia ha sempre avuto, e sei vicino al mio modo di vedere la vita, io ti aiuto molto volentieri”.

E lui? “Mi rispose: certo, ma ti pare?”

Quindi, in pratica, le stava dicendo di esser di sinistra? “Certo, esatto. Non mi ha detto 'sono di sinistra', lui è molto più 'clericale'. Mi ha detto: i miei valori sono tuoi”.

Dopo questa chiamata, cosa è successo? “Gli ho aperto tutto un varco verso un mondo non era vicino a lui: artisti, attori, scrittori, perfino le sarte del teatro dell'Opera”.

Passate le elezioni, che hanno poi visto trionfare Marino, cosa è accaduto? “Finita tutta questa operazione, tutto finito. Silenzio su tutti i fronti, non l'ho più sentito”.

Farebbe un appello per esser richiamata? “No, lasciamolo tranquillo che ha molto da fare”.

Lei ha detto suo padre si rivolterebbe nella tomba se Alfio si alleasse con la destra. “Certamente, se si candidasse con la destra non lo voterei”.

Ma suo cugino ha già detto che accetterebbe i voti della destra. “Fatti loro e della loro coscienza. Io voto Pd”, ha concluso Simona Marchini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA