Terzo settore: I numeri del non profit

Un settore che ha registrato una forte crescita negli ultimi vent'anni. Istituzioni aumentate del 28% in 10 anni

Il settore del non profit ha registrato una forte crescita negli ultimi vent'anni: secondo l'ultimo (e unico) censimento dell'Istat, relativo al 31 dicembre 2011, le istituzioni sono aumentate del 28% in dieci anni, con un incremento che ha riguardato tutte le regioni ma con punte sopra la media al Centro e nel Nord-Ovest.

Rilevante anche l'apporto di risorse umane impegnate: le istituzioni non profit contano infatti sul contributo lavorativo di oltre 4,7 milioni di volontari, 681 mila dipendenti (ma secondo gli ultimi dati delle organizzazioni sono oltre 800 mila), 271 mila lavoratori esterni e 5 mila lavoratori temporanei. Sono quattro istituzioni su cinque a usufruire del lavoro volontario, mentre il 13,9% delle istituzioni opera con personale dipendente e l'11,9% si avvale di lavoratori esterni (lavoratori con contratto di collaborazione).

Cresce in modo consistente il numero delle istituzioni che utilizzano lavoratori temporanei (1.796 contro 781 del 2001, +48,1%). Più contenuto, ma comunque positivo, è l'incremento delle istituzioni con addetti (+9,5%) con una crescita del personale dipendente pari al 39,4%. Infine le istituzioni che si avvalgono di volontari crescono del 10,6% registrando un aumento del 43,5% del numero dei volontari. Nel tessuto produttivo italiano, il non profit rappresenta il 6,4% delle unità economiche attive, con il 3,4% degli addetti (dipendenti) in esse impiegati. E' inoltre la principale realtà produttiva del Paese nei settori dell'assistenza sociale e delle attività culturali, sportive, di intrattenimento e divertimento. Inoltre il peso della componente non profit nell'assistenza sociale risulta rilevante anche in termini di occupazione: 418 addetti non profit ogni 100 addetti nelle imprese. Il lavoro volontario rappresenta comunque la quota principale (83,3%) delle risorse umane del non profit.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA