Senato si pronunciò su Azzollini anche nel dicembre scorso

Pd, Lega, Fi ed Ncd negarono autorizzazione a utilizzo intercettazioni nell'ambito di una inchiesta sul porto di Molfetta

La Giunta per le Immunità di Palazzo Madama si è già pronunciata una volta sul senatore Antonio Azzollini con un voto che scosse il Pd e portò alla sospensione dal partito del candidato del centrosinistra a sindaco di Venezia Felice Casson. Il voto, che ci fu nel dicembre 2014, fu relativo alla richiesta di utilizzo di intercettazioni sempre da parte della procura di Trani nell'ambito di una inchiesta riguardante appalti per il porto di Molfetta (comune del quale Azzollini è stato sindaco). L'autorizzazione venne negata con 160 voti contrari e 36 sì. Il Movimento cinque stelle andò all'attacco di Pd, Lega, Fi ed Ncd rei di aver 'salvato' il presidente della commissione Bilancio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA