2 giugno, Boldrini incontra giovani del Servizio civile

"Giusto onorarli". Mille ragazzi arrivati da tutta Italia

"Questa é una bella cosa. E' la prima volta che in occasione della Festa della Repubblica facciamo questa iniziativa con i giovani del Servizio civile. Sono mille ragazzi arrivati da tutta Italia". Così la presidente della Camera Laura Boldrini, a margine della cerimonia 'Servizio Civile - Giovani per una Italia solidale' a Montecitorio.

Una iniziativa, ha spiegato la presidente, che va nella direzione di "motivare i giovani, dare loro spazio e onorarli per quello che fanno. Questi ragazzi dedicano un anno della loro vita al Paese, alla patria. Devono essere riconosciuti anche loro come attori del miglioramento del nostro Paese. E ci sono tante altre forme di partecipazione: i giovani che fanno le petizioni on line, le raccolte di firme. Tutti questi - ha concluso Boldrini - devono essere intercettati e bisogna dare loro la possibilità di credere agli ideali. Questo è il senso della politica".

    Boldrini ha ascoltato un concerto della fanfara della Polizia a piazza di Montecitorio, che si é concluso con l'Inno nazionale. Al termine del concerto Boldrini si é fermata a salutare alcuni cittadini accorsi per partecipare alle celebrazioni del 2 giugno: "Grazie per essere venuti - ha detto loro - ora abbiamo mille ragazzi del Servizio civile, ma poi si potrà entrare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA