Liguria: sì a Toti, centinaia critiche web a Salvini

Esplode la polemica sulla pagina Facebook dell'escluso Rixi. Salvini: accordo con Berlusconi e Forza Italia è 'per vincere nel Veneto, per giocarsela uniti in Liguria. Nelle altre regioni la Lega va da sola'

Quella tra Forza Italia e la Lega Nord più che una "storia d'amore" sembra diventato un matrimonio di interessi: non piace molto ai due contraenti ma, alla fine, può rivelarsi utile per entrambi. Anche se scatena l'ira della base, soprattutto quella lumbard. Silvio Berlusconi e Matteo Salvini chiudono un difficile accordo sulle regionali: candidati Luca Zaia in Veneto, Claudio Ricci in Umbria, Giovanni Toti in Liguria; e ognuno per sé nelle altre regioni. In particolare, il Cavaliere stringe un patto di desistenza in Campania, dove la partita con il Pd è aperta: "Noi con Salvini" non presenterà liste contro il candidato di centrodestra e governatore uscente Stefano Caldoro. Quindi, Fi potrà accordarsi con Ncd di Angelino Alfano che, però, non ha ancora sciolto la riserva. In Puglia, intanto, la tensione rimane alta. Alle aperture di Fitto, a determinate condizioni, risponde in serata ruvidamente il segretario regionale Luigi Vitali rimarcando che la sulle candidature decidono gli organi nazionali.

Il capo della fronda azzurra aveva accettato la proposta del candidato alla guida della Regione Schittulli offrendo la disponibilità a fare un passo indietro e organizzare una lista aperta alla società civile in appoggio a quella ufficiale di Forza Italia, a patto che nella lista azzurra siano riconfermati i suoi fedelissimi. L'intesa di centrodestra sulle regionali, però, non piace ai militanti leghisti che esprimono il loro disappunto sul web. Sotto accusa finisce la decisione di candidare in Liguria Giovanni Toti, consigliere politico del Cav ed europarlamentare azzurro, al posto del vicesegretario del Carroccio Edoardo Rixi che aveva già ricevuto l'investitura ufficiale da parte di Salvini. Un tradimento, secondo i militanti ed una parte della Lega ligure.

"Salvini cosa stai facendo?", scrivono i più arrabbiati sulla pagina facebook di Rixi. E' un lungo "cahier de doleances": "Interessa solo il cadreghino. Pur non essendo leghista, Rixi lo avrei votato. Toti neppure morta!" e "Tutta la mia stima Edoardo ormai sfumata per Salvini che mi ha deluso", sono alcuni tra le centinaia di commenti che affollano il profilo di Rixi. Una protesta talmente violenta che il leader del Carroccio è costretto a intervenire: "Fi ci ha chiesto di farle giocare la partita con il loro uomo di punta - spiega - Da soli la sinistra in Liguria e Umbria non la battiamo. In Liguria abbiamo fatto un sacrificio per allargare l'alleanza, tenendo fuori Alfano, per fare il colpaccio". Ma la rabbia monta e con il passare delle ore, Salvini è costretto a prendere maggiori distanze da Berlusconi: Il patto Lega-FI "è un asse amministrativo", ma "a livello politico se si votasse domani mattina la Lega andrebbe da sola", precisa.

D'altronde, in Liguria non aiuta neanche un piccolo incidente in tv da parte di Toti che non corregge un conduttore tv quando questi afferma che la cittadina piemontese di Novi Ligure si trova in Liguria. La mancata correzione gli vale l'ironia del web che gli rinfaccia di non essere ligure. Sorride, invece, Zaia. Il governatore veneto uscente incassa l'appoggio di Forza Italia che potrebbe dargli lo slancio vincente sulla candidata del Pd Alessandra Moretti. Flavio Tosi, intanto, ha chiuso l'accordo con Ncd che scioglierà le proprie riserve su una possibile alleanza con Forza Italia in Campania soltanto la prossima settimana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA