Ue: Savona, parametri rigidi sono cappio al collo

Economista, più potere a istituzioni e maggiore flessibilità

Più potere alle istituzioni dell'Unione europea e maggiore flessibilità per non finire strangolati da parametri rigidi come il Fiscal Compact. E' questa, secondo Paolo Savona, la ricetta per uscire dal "cappio al collo" stretto intorno all'Italia e all'Europa da Maastricht in poi.
    In un'intervista alla web tv della Treccani, l'economista ed ex ministro sottolinea in particolare la necessità che "la Banca centrale europea sia dotata del potere di intervenire sul tasso di cambio". C'e' poi la questione del bilancio. "Stati Uniti e Giappone - nota Savona - hanno disavanzi pubblici che sono da due a tre volte più grandi dell'Europa" che è quindi costretta a inserirsi nella "competizione internazionale con Paesi potentissimi che hanno invece la possibilità di finanziare un disavanzo maggiore creando moneta e quindi creando problemi all'Europa". "Per quanto riguarda invece la politica fiscale, accetterei il pareggio di bilancio, però il famoso 3% di Maastricht lo farei gestire dal Parlamento su proposta della Commissione in modo tale che ci sia una flessibilità anche dal lato della stessa politica fiscale", aggiunge Savona nell'intervista, online sui siti dell'Enciclopedia Italiana e dell'ANSA.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA