Ue targata Juncker: "Entro Natale 300 miliardi per la crescita"

Strasburgo approva con 423 sì, 209 no e 67 astenuti

La plenaria del Parlamento europeo ha approvato la nuova Commissione Europea guidata da Jean Claude Juncker: 423 sì, 209 no, 67 astenuti il risultato del voto elettronico. Juncker, nel suo discorso all'Europarlamento, ha assicurato che presto arriverà la 'svolta' con 300 miliardi di euro per la crescita. 

E' "ridicolo che ci siano solo 9 donne su 28 commissari", ha detto Jean Claude Juncker presentando la sua nuova Commissione e ricordando le difficoltà per ottenere che i governi proponessero un minimo sufficiente di candidate donne nella sua nuova squadra.

Jean Claude Juncker e Jyrki Katainen presenteranno "prima di Natale" il piano di investimenti da 300 miliardi di euro. "C'è fretta", aggiunge Juncker, specificando che il piano "non può essere finanziato con il debito". "Le regole di stabilità non si cambiano" ma "con i margini di flessibilità consentiti dai trattati", afferma Juncker aggiungendo che "non ci saranno svolte epocali" e che "la disciplina di bilancio, con la flessibilità e le riforme strutturali" sono necessari per "ridare slancio" all'economia europea.

Renzi, piano Ue 300 mld sarà in draft ma non in dibattito - "E' evidente che il tema dei 300 mld di investimenti, che per noi sono un grande elemento di novità" sarà nel comunicato, "nel draft" finale del Vertice Ue che "sarà approvato venerdì" ma "è evidente che la definizione e la declinazione di questi investimenti saranno assenti dal dibattito sin che Juncker non assumerà" il "proprio incarico": possiamo "limitarci a inserire la dizione 'addizionali'" ma non ancora in grado di "declinarli". Così il premier Matteo Renzi parlando alla Camera del prossimo Consiglio Ue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA