Riforme: Boschi, i 'professoroni' tentano di bloccarci

Ma i cittadini sono stanchi di rinvii

"Quando hanno capito che facciamo sul serio hanno cercato di bloccarci". Così Maria Elena Boschi a Unomattina riferendosi ai "professoroni" che hanno criticato i piani dei governo. "Teniamo conto - ha aggiunto il ministro delle Riforme - di tutte le opinioni, sia dei cittadini, sia dei 'professoroni' grazie al nostro sito internet sul quale abbiamo pubblicato il testo delle riforme da 20 giorni. Abbiamo avuto molti incontri con tanti docenti universitari, ma ora dobbiamo avere il coraggio di prendere le decisioni perchè i cittadini sono stanchi di rinvii".

Non so cosa si siano detti ieri Silvio Berlusconi e Giorgio Napolitano. Immagino che Berlusconi abbia confermato l'impegno per le riforme", ha aggiunto Boschi. "Negli incontri che abbiamo avuto con Forza Italia - ha sottolineato il ministro delle Riforme - non è mai stato confuso il tema delle riforme con le questioni giudiziarie di Berlusconi".

"Il nostro non è il governo degli annunci. Per la prima volta dopo 8 anni di stallo stiamo approvando la legge elettorale, insieme alla riforma del Senato, alle misure sul lavoro e a un serio piano casa. Gli unici che non se ne accorgono sono i giornalisti". Lo ha detto Maria Elena Boschi a Unomattina. "La gente, invece, avverte - ha aggiunto il ministro delle Riforme - che è in corso un veloce cambiamento. Anche al livello internazionale se ne sono accorti: le riforme che stiamo facendo sono serie e vere. Tutti hanno apprezzamenti per Matteo Renzi e questa fiducia sta portando investimenti in Italia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA