Emergenza morbillo in Isole Pacifico

Almeno 7 morti, chiuse scuole. Contagio dalla Nuova Zelanda

(ANSA) - SYDNEY, 18 NOV - Allarme per un'epidemia di morbillo nelle isole del Pacifico meridionale, per un'insorgenza di morbillo iniziata in Nuova Zelanda e che si è poi diffusa nelle isole e che ha già provocato almeno sette morti. Lo Stato arcipelago di Samoa, di 200 mila abitanti, a sud dell'equatore a metà fra le Hawaii e la Nuova Zelanda, ha dichiarato ieri lo stato di emergenza, ordinando la chiusura di tutte le scuole, inclusa l'Università Nazionale. Da quando l'epidemia è stata annunciata in ottobre, si sono registrate sette decessi attribuiti al morbillo, per la maggioranza di bambini sotto i quattro anni. Il governo ha ordinato ai minori di 17 anni di non frequentare raduni pubblici, nel tentativo di frenare la diffusione del virus, oltre a rendere obbligatoria la vaccinazione per tutti gli abitanti che non l'abbiano ancora ricevuta. Dei 716 casi sospetti di morbillo, il 40% ha richiesto ricovero in ospedale.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA