Australia: via profughi da isola Manus

Da tre settimane 378 richiedenti asilo rifiutavano di andarsene

(ANSA) - CANBERRA, 24 NOV - Le autorità della Papua Nuova Guinea hanno reso noto di aver ricollocato gli ultimi richiedenti asilo che si trovavano nell'isola di Manus da tre settimane e che rifiutavano di andarsene, per paura di subire violenze da parte dei residenti locali nei nuovi insediamenti.
    Tutti e 378 gli uomini che alloggiavano nel campo sono stati trasferiti nella vicina cittadina di Lorengau, ha riferito la polizia locale.
    I legali dei rifugiati hanno denunciato che le forze di polizia hanno fatto uso di violenza, ma il ministro dell'immigrazione australiano Peter Dutton ha respinto le accuse.
    Il campo di Manus, dopo la chiusura ufficiale il mese scorso, si trovava in pessime condizioni dopo che era stata interrotta la corrente, il flusso dell'acqua ed il rifornimento di provviste. L'Australia paga la Papua Nuova Guinea e le altre isole del Pacifico per ospitare le migliaia di richiedenti asilo che hanno tentato di raggiungere le sue coste negli ultimi anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA