Appello madre Assange all'Australia

Turnbull ne garantisca libertà dopo archiviazione accuse Svezia

(ANSA) - LONDRA, 21 MAG - Un appello al premier dell'Australia, Malcolm Turnbull, affinché s'impegni a garantire il ritorno in libertà di Julian Assange dopo l'archiviazione delle controverse accuse di stupro avanzate a sua tempo dalla magistratura svedese contro di lui, è stato lanciato in queste ore dalla madre del fondatore di Wikileaks.
    "Sono molto contenta" che quelle accuse siano state ritirate, ha detto Christine Assange in un'intervista a una radio di Brisbane rilanciata oggi dai media britannici. Ora, ha aggiunto "sollecito ufficialmente Malcolm Turnbull a intervenire, e ad agire da primo ministro, per proteggere un suo connazionale".
    La donna ha poi detto che Julian potrebbe fare causa alla Svezia, per aver "violato i diritti umani" e fatto circolare "menzogne sui media". Mentre ha auspicato pressioni sulla Gran Bretagna perché conceda un salvacondotto al figlio per permettergli di lasciare l'ambasciata dell'Ecuador a Londra, dove vive rifugiato da 5 anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA