Al Polo sud con una familiare diesel

Il pronipote di Shackleton, cento anni dopo l'esploratore-poeta

 - LONDRA - Un secolo per completare una spedizione - l'attraversamento dell'Antartide - iniziata dal bisnonno e portata a termine ora dal pronipote, Patrick Bergel. Nel 100esimo anniversario dell'epico viaggio di sir Ernest Shackleton, l'esploratore-poeta che portò in salvo tutto l'equipaggio nonostante l'affondamento della sua nave, un discendente è tornato al Polo Sud stabilendo un primato. Bergel è diventato il primo a viaggiare in Antartide a bordo di una 'familiare', una Hyundai Santa Fe (motore diesel da 2,2 litri, speciali pneumatici e sospensioni su misura), superando tempeste di neve, terreni impervi, temperature glaciali. Un'avventura audace ispirata a quella ancor più temeraria del bisnonno Shackleton, che nel 1914, con 27 persone, salpò da Londra alla volta dell'Antartide. Il Polo Sud era stato raggiunto tre anni prima dal norvegese Roald Amundsen: ma l'Imperial Trans-Antartic Expedition intendeva rivendicare, a nome della Gran Bretagna, terre di quella regione rimasta fino ad allora sconosciute.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA