Responsabilità editoriale Xinhua.

Usa: +34% concessioni a brevetti di aziende cinesi

Dati del rapporto annuale pubblicato da IFI Claims

(XINHUA) - WASHINGTON, 15 GEN - Il numero totale di brevetti concessi dagli Stati Uniti alle aziende cinesi è aumentato del 34% nel 2019, si tratta della crescita più forte tra le principali economie.
    Secondo il rapporto annuale pubblicato ieri dall'IFI Claims, un servizio brevetti con sede a New Haven, il deposito di brevetti negli Stati Uniti ha raggiunto il massimo storico nel 2019 con 333.530 brevetti concessi, una crescita senza precedenti, in aumento del 15% rispetto al 2018.
    I brevetti delle imprese della Cina continentale sono passati da 12.599 a 16.900, registrando un aumento del 34,14%. I brevetti delle aziende statunitensi sono aumentati del 15,95%, registrando il secondo aumento più rapido. Larry Cady, analista senior di IFI Claims, ha spiegato a Xinhua che la Cina è stata l'area in più rapida crescita per un certo numero di anni e che i brevetti depositati sono principalmente nel settore tecnologico. Secondo il rapporto, gli Stati Uniti detengono una quota del 49% dei brevetti statunitensi concessi nel 2019, seguiti dal Giappone e dalla Repubblica di Corea. La Cina ha raggiunto il quarto posto con una quota del 5%, superando per la prima volta la Germania. (SEGUE).
   

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA