Responsabilità editoriale Xinhua.

Villaggio cinese dà un calcio alla povertà (2)

(XINHUA) - CHENGDU, 19 NOV - Ma e i suoi compagni di squadra non si sarebbero mai aspettati di avere un campo da calcio sei anni fa, quando il loro villaggio non aveva alcun legame con questo sport.
    All'epoca l'unica via che collegava il villaggio al mondo esterno era una strada sterrata piena di buche, che diventava fangosa nei giorni di pioggia. Per molto tempo, il reddito degli abitanti del villaggio era inferiore alla media.
    Le cose hanno iniziato a cambiare nel 2013, quando Tan Jie, un laureato eletto a capo del partito a Sanhe, ha iniziato a riparare le strade e a piantare pompelmi, viti e fichi nel villaggio.
    Tan aveva notato presto che molti giovani abitanti del villaggio condividevano un interesse comune per il calcio. Così ha cercato finanziamenti e ha parlato instancabilmente con la gente del posto per convincerli ad accettare di trasformare il terreno per essiccare il grano in un campo da calcio. Così, nel 2015, è nato il primo campo da calcio di Sanhe.
    "Ero così entusiasta quando ho dato il primo sguardo al campo da calcio ben attrezzato, con illuminazione e drenaggio perfetti, una semplice tribuna e uno spogliatoio", ha ricordato Ma.
    Oggi, il luogo è conosciuto come "il primo villaggio di calcio di Chengdu", che attira squadre da altre città in occasione delle partite. (SEGUE).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA