Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: da export videogiochi ricavi per 11 mld dlr

Secondo esportatore al mondo dopo gli Stati Uniti

(XINHUA) - PECHINO, 18 NOV - L'industria cinese dei videogiochi nel 2019 ha ottenuti ricavi dall'estero per 11 miliardi di dollari, a dimostrazione di un grande potenziale nelle esportazioni. Lo stima un rapporto di settore pubblicato congiuntamente dall'istituto di ricerca CNG e dal fornitore globale di analisi per giochi ed e-sport Newzoo.
    Secondo il rapporto i ricavi stimati, aumentati da 9,59 miliardi di dollari nel 2018, sono cresciuti di cento volte rispetto a un decennio fa.
    Secondo un precedente rapporto di CNG, le vendite nel mercato estero dei giochi online sviluppati internamente sono aumentate del 23,7% anno su anno nel primo semestre del 2019.
    La Cina è diventata il secondo esportatore mondiale di videogiochi dopo gli Stati Uniti. Wang Xu, analista capo di CNG, ha detto che il Nord America, l'Europa occidentale, il Giappone e la Repubblica di Corea sono diventati mercati importanti per i giochi cinesi.
    Wang ha aggiunto che la crescita deriva principalmente dall'aumento degli investimenti per migliorare le capacità di ricerca e sviluppo. (XINHUA)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA