Impeachment: l'accusa, 'Trump dittatore'

'E' il primo presidente Usa che ignora la Costituzione'

WASHINGTON - "Take her out!", cacciatela via, levatemela di torno. "Do it!", fatelo immediatamente. Sulle tv americane impazza l'audio rubato che imbarazza Donald Trump, quello in cui il presidente americano parla dell'ex ambasciatrice Usa in Ucraina. Un reperto ora acquisito agli atti dalla commissione intelligence della Camera e che potrebbe rendere più difficile del previsto il compito dei legali impegnati in Senato a difendere il tycoon dall'impeachment. Quel 'dream team' di principi del foro che fino a martedì proverà a smontare le accuse di abuso di potere e di ostruzione al Congresso mosse a Trump nell'ambito dell'Ucrainagate. A svelare l'esistenza della registrazione shock e dei suoi contenuti è stata per prima la Abc. Ma nelle ultime ore tutti gli americani hanno finalmente potuto ascoltare con le loro orecchie la voce del presidente che nell'aprile del 2018, nel corso di una cena privata, chiedeva con risolutezza di silurare Marie Yovanovitch, considerata non 'allineata' alla Casa Bianca e probabilmente un ostacolo ai piani del tycoon. Piani volti a convincere Kiev ad avviare indagini su Joe Biden e sugli affari ucraini del figlio dell'ex vicepresidente americano, Hunter Biden.

"Un dittatore": cosi' Jerry Naddler, uno dei rappresentanti dell'accusa, ha definito il presidente americano, chiedendone la rimozione. "E' il primo e solo presidente che ritiene di non dover dare conto a nessuno, nemmeno alla giustizia, e che ignora la Costituzione", ha detto Naddler: "Se non viene rimosso dal suo incarico il Congresso avrà perso ogni potere e non potrà più chiedere conto a nessuno delle sue responsabilità".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie