Capi AmCham Hong Kong fermati a Macao

Negato l'ingresso. A due settimane dal 'Democracy Act'

(ANSA) - PECHINO, 8 DIC - Ai vertici della Camera di commercio americana di Hong Kong (AmCham Hong Kong) è stato impedito ieri, in due diversi momenti, l'ingresso a Macao per la partecipazione dell' appuntamento annuale di gala della omologa camera locale. Robert Grieves e Tara Joseph, rispettivamente, presidente e direttore generale, sono stati prima trattenuti, scrive il South China Morning Post, dalle autorità di frontiera dell'ex colonia portoghese e poi rilasciati senza che fosse fornita una ragione. "Speriamo che si tratti solo di una reazione esagerata agli attuali eventi e che il business internazionale possa in modo costruttivo aiutare a spingerli in avanti", hanno commentato i due in una nota, in cui si rileva che entrambi "hanno concordato su base volontaria di non perseguire l'ingresso a Macao". Due settimane fa, il presidente Usa Donald Trump ha firmato l'Hong Kong Human Rights and Democracy Act, pacchetto a sostegno delle proteste in corso da sei mesi nell'ex colonia, provocando la dura reazione di Pechino

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA