La rivincita di Trump, ora i dem tremano per il 2020

L'opposizione sotto shock dopo Mueller alla ricerca d'un piano B

La vera corsa per le presidenziali del 2020 in America parte adesso. Le conclusioni del rapporto del procuratore speciale Robert Mueller sono piombate come un terremoto sulla scena politica Usa. Ma a tremare non è più il presidente Donald Trump, bensì i suoi avversari politici, quelli che sul Russiagate avevano fatto la loro scommessa più grande in vista della riconquista della Casa Bianca, e che ora invece devono fare i conti con una realtà ben diversa da quella che avevano sognato. I democratici sono sotto shock. Un incubo, quasi come quando nella notte dell'8 novembre 2016 arrivò la mazzata della sconfitta di Hillary Clinton. Il tycoon l'ha spuntata anche questa volta, vincendo per il momento forse la partita più dura e spianando la strada verso la campagna elettorale per la sua rielezione.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA