Tornado Alabama: 23 morti, anche 3 bimbi

Allarme meteo esteso a Georgia, Florida e South Carolina

   Scene da apocalisse nel cuore dell'Alabama, nella contea di Lee, dove un tornado con venti sino a 265 km orari ha seminato distruzione per circa 100 km causando almeno 23 vittime e decine di feriti, di cui due in gravi condizioni. Tra i morti anche tre bambini di 6, 9 e 10 anni. Un bilancio destinato ad aggravarsi, ha avvisato lo sceriffo Jay Jones, mentre i soccorritori continuano a scavare tra le macerie alla ricerca di numerosi dispersi.
   Ma già ora il tornado, classificato F3 (in una scala dove il massimo e' F5), è considerato il più letale degli ultimi sei anni in Usa, con un numero di morti superiore a quello di tutti i tornado mortali nel Paese nel 2018 (nove, per un totale di 10 vittime). Il governatore Kay Ivey ha dichiarato lo stato di emergenza e il presidente Donald Trump ha twittato di aver chiesto alla protezione civile (Fema) di dare un trattamento 'A plus' all'Alabama.
   Nelle ricerche sono impiegati anche i droni con sensori infrarossi, in grado di individuare segni di calore provenienti da persone rimaste intrappolare sotto i detriti. Le case distrutte sono oltre 1000, con migliaia di sfollati, mentre non si contano gli alberi sradicati, i tralicci divelti e le infrastrutture danneggiate. "E' come se qualcuno avesse preso un coltello gigante e avesse raschiato il terreno", ha raccontato lo sceriffo, confessando di non aver mai visto un tale livello di distruzione, nonostante l'Alabama sia abituata ai tornado.
   L'allarme meteo è scattato domenica sera, con sms sui telefonini, messaggi sui social media e le vecchie sirene che giocano ancora un ruolo importante. Ma a volte è difficile prevedere con precisione e grande anticipo un tornado, che può generarsi rapidamente con percorsi che cambiano improvvisamente.
   Il terrore è durato circa un'ora, mentre l'allarme si estendeva anche a Georgia, Florida e Carolina del sud. Il tornado ha toccato terra a Beauregard, una comunità di circa 10 mila abitanti a sud di Opelika, circa 100 km a est di Montgomery, la capitale. Tutti i morti sono stati trovati in quest'area, in qualche caso di tratta dei membri di una stessa famiglia. Gran parte delle case distrutte sono case mobili o prefabbricate, come spesso nell'America rurale. Fanno parte del paesaggio, ma contribuiscono ad aggravare il bilancio delle vittime in caso di sciagure meteo. I giapponesi hanno imparato a difendersi dai terremoti con case anti sismiche. L'America, nonostante i suoi primati tecnologici, resta aggrappata all'idea di case leggere e precarie. Vulnerabili a cicloni e uragani.

  

In Alabama un tornado uccide 22 persone

  

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA