Giudice, 6,7 mln per graffiti 5Pointz

Proprietario edificio ordinò abbattere mecca dei murales

(ANSA) - NEW YORK, 13 FEB - Gli artisti di 5Pointz, la mecca dei graffiti del Queens, a New York, hanno incassato una importante vittoria legale. Un giudice federale di Brooklyn ha ordinato il pagamento di 6,7 milioni di dollari a 21 artisti per i murales cancellati dopo che Jerry Wolkoff, proprietario degli edifici al 45-46 di Davis Street, ha ordinato di abbatterli nel novembre 2013 per far posto a due grattacieli di lusso. Wolkoff ha fatto imbiancare i palazzi durante la notte cancellando 49 graffiti e scatenando una battaglia legale con gli artisti, secondo i quali i murales erano opere d'arte protette. E alla fine, il giudice ha dato loro ragione, affermando che la costruzione era diventata "un'attrazione turistica di primo piano". Tutto è iniziato nel 1993, quando Jerry Wolkoff ha permesso ad un gruppo di artisti di strada di decorare le pareti esterne degli edifici con una serie di graffiti, trasformando 5Pointz in una meta turistica, e facendola diventare per quasi 20 anni il cuore della 'street art' della Grande Mela.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA