Hillary Clinton, Usa impreparati all'AI

'Avrà effetti marcati sul modo in cui viviamo e pensiamo'

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Gli Stati Uniti sono "totalmente impreparati" agli effetti dell'intelligenza artificiale sull'economia e sulla società. Ne è convinta Hillary Clinton, che in un'intervista ha evidenziato i rischi della nuova tecnologia.
    "L'intelligenza artificiale può assisterci in molti modi, se correttamente compresa e contenuta. Ma noi stiamo correndo impetuosamente verso una nuova era di intelligenza artificiale che avrà effetti marcati sul modo in cui viviamo, pensiamo e ci relazioniamo con gli altri", ha detto l'ex Segretario di Stato americano al programma radiofonico Hugh Hewitt Show.
    Clinton ha messo in guardia sulle conseguenze in termini di posti di lavoro. "Le auto a guida autonoma sembrano una grande idea, ma cosa faremo con i milioni di persone che guidano per mestiere e non avranno più un lavoro? Siamo totalmente impreparati a questo". "Cosa faremo - ha aggiunto - quando saremo connessi all'internet delle cose e qualsiasi cosa diremo e scriveremo sarà registrata da qualche parte e potrà essere manipolata contro di noi?". "Persone intelligenti come Bill Gates, Elon Musk e Stephen Hawking stanno suonando un allarme che non stiamo ascoltando", ha proseguito Clinton. "Una delle cose che avrei voluto fare se fossi stata eletta presidente era una commissione di esperti per stabilire quale dovrebbe essere la politica degli Usa sull'intelligenza artificiale".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA