Russia: l'ambasciatore Usa, stop ai visti turistici

Mosca, limitazioni solo per creare risentimento

 Le rappresentanze diplomatiche Usa in Russia sospenderanno dal 23 agosto al 1° settembre l'emissioni di visti turistici. In seguito i visti saranno rilasciati solo a Mosca per un periodo "indefinito" - interrompendo così l'azione dei consolati dislocati nel resto del Paese. Le restrizioni, ha fatto sapere l'ambasciata Usa, continueranno sino a che persisterà la riduzione del personale diplomatico americano. Lo riporta la Tass.

Le annunciate limitazioni ai visti Usa in Russia sono un tentativo di "suscitare risentimento" fra i cittadini russi. Così il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a proposito della decisione di Washington di sospendere l'emissioni di visti "non-immigrazione" - fra cui le categorie turismo, affari, lavoro e studio - sino al 1° settembre e la successiva 'centralizzazione' delle pratiche a Mosca. Lavrov ha poi precisato che Mosca risponderà "senza colpire gli interessi dei cittadini Usa". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA