Razzi e raid a Gaza, da ieri 18 morti

Sirene di allarme risuonano in tutto il sud di Israele

(ANSA) - GAZA, 13 NOV - Da ieri gli attacchi israeliani a Gaza hanno provocato la morte di 18 palestinesi ed il ferimento di oltre 50, mentre non si arresta il lancio di razzi dalla Striscia. Lo riferisce il ministero della sanità locale. Fra gli uccisi Baha Abu al-Ata, un comandante militare della Jihad islamica, e la moglie Asma. Secondo fonti di stampa le vittime sono in buona parte miliziani della Jihad islamica. Tre erano invece miliziani di al-Fatah. Fra le vittime figurano poi anche alcuni civili, secondo queste fonti. Le sirene di allarme anti missili stanno risuonando in tutto il sud di Israele nelle zone attorno a Gaza, soprattutto ad Ashkelon lungo la costa e a Sderot. Nel secondo giorno di aperto confronto fra la Jihad islamica ed Israele, le strade di Gaza appaiono deserte. Le scuole restano chiuse e così pure gran parte dei negozi, fatta eccezione per fornai, farmacie e pochi empori.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA